Remise en forme post partum

//Remise en forme post partum

Durante i nove mesi di gravidanza, fisiologicamente il corpo subisce dei cambiamenti che le neomamme si ritrovano ad affrontare nei mesi successivi. Tutto ciò in un momento delicatissimo, in cui avviene il passaggio da donna a madre, ma dove, giustamente, la maggior parte delle donne desiderano ritrovare la forma più in fretta possibile. L’idea di dover conciliare il neonato, gli impegni quotidiani e se stesse, spesso destabilizza le mamme che troppo spesso sono sopraffatte dalle inevitabili “cose da fare”, dimenticando che la sensazione di benessere può anche passare attraverso la cura del proprio corpo e una giusta e nuova immagine di sé. Il primo passo è quello di cercare di arrivare al parto senza chili in eccesso: si ritiene che l’aumento ponderale corretto per una donna normopeso con gravidanza singola, sia di circa 8-10 kg a termine di gravidanza; le donne sovrappeso dovrebbero invece stare sotto questa media, partendo con delle buone proprie riserve! In ogni caso in post partum bisogna avere pazienza. Durante il primo mese, infatti, il corpo tende ad eliminare i liquidi in eccesso accumulati soprattutto nelle fasi finali della gravidanza; i primissimi giorni dopo il parto potrete addirittura ritrovarvi più gonfie per effetto della ridistribuzione del volume plasmatico. Un’alimentazione sana e detossificante, ricca di liquidi e frutta e verdura, accelererà questo processo. E’ importante non intraprendere diete molto restrittive appena dopo il parto ma mangiare in modo corretto sia per quanto riguarda i nutrienti che per le quantità di cibo; tutto questo per favorire il corretto apporto calorico e nutritivo al bimbo allattato al seno.

Inoltre ricordate che anche il vostro scheletro ha subito modificazioni. Ad esempio, nel primo periodo, potrete non riuscire ad allacciare i vostri vecchi pantaloni: questo perché l’utero impiega per la naturale involuzione circa 30 gg ed il bacino in gravidanza subisce un fisiologico allargamento tramite la diastasi della sinfisi pubica per favorire il parto. Potreste anche avvertire dolori articolari o muscolari, soprattutto alla schiena, perché il vostro baricentro, modificatosi durante la gravidanza, sta tornando lentamente, dopo nove mesi, alla posizione di partenza ed anche per il peso dei vostri bimbi che terrete in braccio, anche mentre effettuerete altre attività. Tutte le mamme possono segnalare questi fastidi anche se le maggiormente esposte a questo rischio sono quelle che hanno subito immobilizzazione forzata in gravidanza, magari per cause mediche, o quelle che non hanno eseguito corretta attività fisica anche durante la gestazione. Per tutte le donne che affrontano una gravidanza fisiologica il consiglio è quello di effettuare una corretta attività fisica già durante i nove mesi, per non indebolire i muscoli e mantenerne un tono adeguato. Nel post partum passati circa 20-30 gg dal parto si dovrebbe riprendere una sana e corretta attività fisica moderata, come lo yoga, il pilates, il nuoto o le attività in acqua. I muscoli addominali si possono iniziare ad esercitare progressivamente ed un po’ più tardi, circa a 40 giorni dal parto. Un’idea facile e molto pratica è stata lanciata da una mamma londinese: si chiama Buggyfit, ovvero il fitness con il passeggino. È infatti un’attività senza costi e tempi fissi; prevede l’alternanza di camminate veloci e più lente con pause in cui si possono effettuare esercizi con le gambe (slanci, squat, ecc) sempre appoggiate al maniglione del passeggino.

Vi accorgerete che anche i tessuti avranno bisogno di un po’di tempo che tornare quelli di prima. La pelle, principalmente di pancia e seno, risulterà inizialmente più flaccida. Sull’addome potrebbe non scomparire subito la tipa linea nigra della gravidanza (può impiegare anche 6 mesi); la mammella di una donna che allatta subisce continui cambiamenti durante il giorno dovuti al cambio di volume per la presenza-assenza di latte materno, mentre le mamme che allattano artificialmente il neonato, sperimenteranno una mammella inizialmente vuota che progressivamente tenderà a riempirsi. Infatti terminato l’allattamento, la ghiandola mammaria si rimpicciolisce lasciando spazio alla componente adiposa. Potrete usare creme e oli rassodanti e ridensificanti, applicandole giornalmente con movimenti circolari che stimolino la circolazione sanguigna. Se vi fossero smagliature, il massaggio con prodotti adatti aiuta molto la loro minimizzazione nel tempo, diventeranno da rosse a rosa e poi bianche.

Essere diventata mamma non vuol dire quindi trascurare se stesse. Con i giusti accorgimenti ed il giusto aiuto, potrete riuscire a conciliare il nuovo meraviglioso stato con la donna che è in voi. Vi riscoprirete sotto una nuova veste, anche solo provando a mettere in pratica queste piccole idee. È infatti dimostrato che occuparsi anche di se stessi metta in circolo endorfine, gli ormoni che permettono di sentirsi più sereni e felici, prevenendo anche la depressione post partum.

2018-10-29T19:25:44+00:001 Novembre 2018|Sport e Benessere|