In ogni età, la donna ha necessità e piccoli problemi da risolvere

//In ogni età, la donna ha necessità e piccoli problemi da risolvere

Da donna e per il grande interesse alla sfera femminile – dice la Dr.ssa Lia Lavagno, Chirurgo Plastico e Dottore di Ricerca di Milano – ho impostato particolari protocolli per le necessità di ogni età.

Le adolescenti possono soffrire di acne e conseguenti esitici cicatriziali. Ci sono terapie mediche ancillari alla terapia ginecologica, che combatte la problematica a monte, che si occupano di trattare i difetti cutanei con tecnologie laser innovative e selettive, peeling medio-profondi e impianti di acido ialuronico per rendere la pelle più levigata. Altre problematiche che interessano le donne già nell’adolescenza, sono le smagliature, purtroppo sono molto simili a cicatrici e pertanto sono molto difficili da eliminare, ma se si trattano preventivamente e negli stadi iniziali con le terapie appropriate quali terapia topica, needling e laser, possono diventare meno evidenti, purtroppo senza mai sparire.

Invece, la donna adulta che ha difficoltà nell’accettare la forma dei propri genitali, o per un motivo estetico o per quello funzionale ( sport, relazioni intime, vestiti attillati, obesità..) può sottoporsi ad interventi mini-invasivi di rimodellamento come la riduzione delle piccole labbra, la riduzione o l’aumento del pannicolo adiposo del monte di Venere, mediante tecniche chirurgiche molto delicate e di liposcultura o lipofilling.

Anche per la donna in gravidanza, ci sono trattamenti volti a migliorare il microcircolo linfatico e che riducono in modo efficace i pesanti gonfiori degli arti. Si tratta infatti di massaggi dermici specifici che vanno a mobilizzare i liquidi nei tessuti gonfi mediante tecnologia LPG-Endermologie® .
Inoltre nel post-partum, la Chirurgia Plastica si occupa della remise en forme delle neomamme, mediante addominoplastica, lifting del seno, mastoplastica riduttiva o additiva e liposcultura. Per quanto riguarda le problematiche cutanee comparse durante i nove mesi quali macchie scure e cloasma la Dr Lia Lavagno propone protocolli terapeutici topici molto efficaci che riducono al minimo il rischio di recidiva.

La donna poi deve affrontare anche cambiamenti importantissimi in menopausa. Ora, questi possono essere trattati con successo mediante le nuove tecnologie e la medicina rigenerativa. L’invecchiamento cutaneo determina un assottigliamento della cute, una riduzione dell’elasticità e una lassità maggiore dei tessuti ed un’incremento della pigmentazione e delle irregolarità della pelle. Queste problematiche posso essere affrontate mediante interventi chirurgici mini-invasivi nei casi specifici in cui la medicina estetica, con le sue armi innovative, come botulino, acido ialuronico e laser non siano sufficienti. Infatti la proposta chirurgica degli ultimi anni si è fatta più accettata perchè sempre meno invasiva e sempre più sicura, soprattutto perchè dedica particolare attenzione alla necessità delle pazienti di tornare velocemente alla vita di tutti i giorni e sopratutto di avere un aspetto naturale.

Problematiche che vedo riproporsi sempre più spesso – dice la Dr.ssa Lia Lavagno, Chirurgo Plastico e Dottore di Ricerca di Milano – sono l’atrofia vulvo vaginale, la secchezza delle mucose, il dolore durante i rapporti (dispareunia) e l’incontinenza urinaria, tutti sintomi che provocano grande sofferenza e minano la sicurezza psicologica delle donne più mature. Oggi si possono trattare con successo, sempre affiancati alla medicina ginecologica, le teniche laser e la medicina rigenerativa possono ridare velocemente e senza grandi patimenti il sorriso alle donne in menopausa.

Dr.ssa Lia Lavagno, MD PhD
Medico Chirurgo – Specialista in Chirurgia Plastica
Mobile +39 392 1661683
info@lialavagno.com

2018-06-24T11:18:25+00:0025 Giugno 2018|Sport e Benessere|